Il re Scorpione. Il fondatore dell'Egitto (Romanzo dei Faraoni #6)

Il re Scorpione. Il fondatore dell'Egitto (Romanzo dei Faraoni #6)

Autore: Valery Esperian
€4.99
0001: Fanucci Editore
0002: Avventura
0003:
0004:2019
0005: 416
0006:
0007
0008: Fanucci Editore
0009: 9788834737514

Il re Scorpione è una figura ammantata di leggenda. Identificabile, secondo le teorie più accreditate, con Narmer, uno dei capi delle nove tribù che popolavano l’Alto Egitto, era un sovrano spietato con i nemici. Lottò con determinazione per unificare le tribù dell’Egitto meridionale diventandone il dominatore assoluto. Il suo sogno era creare un unico grande impero capace di fondere i regni che si contendevano il Nilo. Una conquista militare del Basso Egitto sarebbe stata un’impresa ardua, ma Narmer sapeva anche che solo portando pace e giustizia avrebbe potuto trasmettere al popolo il sentimento di unità indispensabile per dare vita all’impero egiziano. Per riuscirci usò la religione a proprio vantaggio, facendo di sé stesso l’unico uomo capace di mediare con gli dei. Pose, inoltre, le basi per la diffusione di quella che si sarebbe rivelata un’arma potentissima: la scrittura. Vero fondatore dell’Egitto, dopo aver deposto le armi, sposò la regina del Basso Egitto diventando anche il primo sovrano della stirpe dei Faraoni.

Titolo Il re Scorpione. Il fondatore dell'Egitto (Romanzo dei Faraoni #6)
Autore Valery Esperian


Valery Esperian

Il collettivo Valery Esperian è una fucina di idee, una sorta di laboratorio professionale di scrittura, in cui la somma delle sinergie assicura la massima qualità dei progetti realizzati. Il collettivo è composto da un gruppo di scrittori di considerevole esperienza, autori dei cinque volumi che compongono Il romanzo dei Faraoni, serie ideata e curata da Franco Forte: Cheope. L’immortale, Akhenaton. L’eretico, Tutankhamon. Il fanciullo, Ramses. Il Figlio del Sole, Cleopatra. La divina.

Il re Scorpione è una figura ammantata di leggenda. Identificabile, secondo le teorie più accreditate, con Narmer, uno dei capi delle nove tribù che popolavano l’Alto Egitto, era un sovrano spietato con i nemici. Lottò con determinazione per unificare le tribù dell’Egitto meridionale diventandone il dominatore assoluto. Il suo sogno era creare un unico grande impero capace di fondere i regni che si contendevano il Nilo. Una conquista militare del Basso Egitto sarebbe stata un’impresa ardua, ma Narmer sapeva anche che solo portando pace e giustizia avrebbe potuto trasmettere al popolo il sentimento di unità indispensabile per dare vita all’impero egiziano. Per riuscirci usò la religione a proprio vantaggio, facendo di sé stesso l’unico uomo capace di mediare con gli dei. Pose, inoltre, le basi per la diffusione di quella che si sarebbe rivelata un’arma potentissima: la scrittura. Vero fondatore dell’Egitto, dopo aver deposto le armi, sposò la regina del Basso Egitto diventando anche il primo sovrano della stirpe dei Faraoni.

Il libro del mese