Williams Walter Jon

Nato nel 1953 nel Minnesota, trasferitosi poi con la famiglia nel Nuovo Messico, Walter Jon Williams tentò varie volte la sorte con alcuni romanzi storici e thriller di poca fortuna prima di dedicarsi nel 1984 alla fantascienza, con Ambassador of Progress. Considerato oggi in America uno degli scrittori più di spicco, Walter Jon Williams è stato spesso accostato a Roger Zelazny, per il linguaggio lirico e potente e per la forza immaginativa nella descrizione delle ambientazioni e dei personaggi, ma anche a William Gibson per la ripresa di tematiche cyberpunk. In effetti Walter Jon Williams ha preso le mosse dagli stereotipi del cyberpunk (il cowboy dell’interfaccia che è il protagonista dello splendido Hardwired (1986) rappresenta una delle visioni più riuscite di questo sottogenere oggi così di moda) per giungere ad esprimere gradualmente una voce sempre più originale e possente. Lo confermano opere intense e vigorose come il bellissimo Angel Station (1989), o l’esotico Aristoi (1992), o ancora il recente e spettacolare Metropolitan (1995). Voice of the Whirlwind (La voce del vortice), opera avvincente e claustrofobica del 1987, rappresenta una delle sue creazioni più riuscite.
  • Griglia Lista