Venedikt Erofeev

Capelli presto argentei, foltissimi e svolazzanti, alto, prestante, tremendamente seducente, spesso (sempre) ubriaco perso. Questo era Venedikt Erofeev, uno dei pochi grandi geni del secondo Novecento russo. E questo è Venedikt (Venicka) Erofeev, protagonista, narratore e autore di Tra Mosca e Petuški, romanzo (poema) comico e visionario, ricco di infiniti intrecci e trovate sorprendenti, come il viaggio di Venicka in Occidente o il Decamerone dei bevitori, fino alle ricette dei cocktail (profumo alla lavanda, profumo alla verbena, essenza di bosco, lacca per unghie, colluttorio, limonata…). Tra Mosca e Petuški viene oggi presentato in una nuova edizione che vuole donare piú piena e autentica vita all’umorismo viscerale e genialmente cinico del grande autore russo scomparso nel 1990.
  • Griglia Lista