Robert Ludlum

Robert Ludlum (1927-2001), considerato il re delle spy-stories, è stato attore, produttore e “voce” di decine di pubblicità per le televisioni commerciali prima di approdare, all’età di quarant’anni, alla scrittura. L’eredità Scarlatti è il suo primo romanzo, pubblicato nel 1971, e fu subito un successo, seguito da La striscia di cuoio, Il dossier Matlock, Il circolo Matarese, Il mosaico di Parsifal, Aquitania. La prolifica attività di Ludlum, che dal punto di vista dei successi di vendita non ha quasi mai conosciuto flessioni, lo ha portato a vendere più di 230 milioni di libri nel mondo e a essere tradotto in 33 lingue. Alcuni suoi romanzi di spionaggio e di azione sono stati portati sul grande schermo. Il titolo più venduto di Ludlum è Il ritorno dello sciacallo (1991), un thriller dalla trama tanto più avvincente perché questo scrittore visionario, ma anche attento alla cronaca e ai dettagli della realtà, ha spesso prefigurato situazioni apparentemente lontane dal vero ma che invece si sono  dimostrate probabili. Dal primo libro di questo ciclo è stato tratto il film The Bourne Identity, con Matt Damon.
  • Griglia Lista