Howard P. Lovecraft e Augusth Derleth

AUGUSTH DERLETH
Figlio di William Julius Derleth e Rose Louise Volk, crebbe a Sauk City (Wisconsin). All’età di 16 anni vendette il suo primo racconto al magazine Weird Tales. Derleth scrisse racconti durante tutti i suoi quattro anni di studio presso la University of Wisconsin-Madison, in cui si laureò nel 1930. Durante gli anni universitari lavorò per un breve periodo come redattore al Mystic Magazine.
Nonostante sia stato un autore molto prolifico in numerosi generi, Derleth è ricordato soprattutto per la sua amicizia con Howard Phillips Lovecraft e per il suo contributo ai Miti di Cthulhu (il termine, tra l’altro, fu coniato proprio da Derleth). Gli scritti di Derleth sono incentrati sulla continua lotta tra il bene e il male, in linea con la sua visione cristiana del mondo e in contrasto con l’idea lovecraftiana di un universo privo di ogni legge morale.
Quando Lovecraft morì nel 1937, Derleth e Donald Wandrei raccolsero una serie di brevi racconti dello scrittore defunto e cercarono di farli pubblicare in un unico volume. Visto che gli editori mostravano ben poco interesse per la loro iniziativa, nel 1939 decisero di fondare una loro casa editrice, la Arkham House; il nome della società derivava dalla città immaginaria di Arkham, presente in numerosi racconti di Lovecraft. Nel 1939, la Arkham House pubblicò The Outsider and Others, una vasta collezione che conteneva gran parte dei racconti di Lovecraft. La seconda pubblicazione della neonata casa editrice fu Qualcuno nel buio, una raccolta di racconti horror scritti da Derleth.
  • Griglia Lista