Angela Carter

Angela Olive Carter è una delle maggiori innovatrici del genere gotico e fantastico del secondo Novecento. Nata nel 1940 a Eastbourne, nel Sussex, ha studiato letteratura inglese presso l’università di Bristol; il suo primo romanzo, Shadow Dance, è del 1965. La bottega dei giocattoli, pubblicato nel 1967, le vale nello stesso anno un prestigioso riconoscimento, il Jon Llwellyn Rhys Prize. Seguiranno una serie di romanzi che la rendono nota in tutto il mondo, grazie a un approccio radicale, al tempo stesso raffinato e barocco, ai temi della sessualità, della fiaba, dell’inconscio, della scrittura femminile. Oltre che narratrice Carter è stata saggista (La donna sadiana) e giornalista, ha curato antologie di fiabe e racconti fantastici, ha scritto radiodrammi. Ha inoltre insegnato in  Australia e negli Stati Uniti presso la Brown University, e poi alla East Anglia University, dove Kazuo Ishiguro era uno dei suoi studenti. Tra le sue opere pubblicate in Italia vi sono Le infernali macchine del desiderio e Love (Feltrinelli) e la raccolta di racconti Nell’antro dell’alchimista (Rizzoli).
  • Griglia Lista