Omicidio al civico 7

Omicidio al civico 7

€14.00
0001: Thriller e noir
0002: Nero Italiano
0003:
0004: 2020
0005: 224
0006
0007
0008: Fanucci Editore
0009: 978-88-6688-384-5
1936, XIV anno dell’era fascista. Dopo la recente scomparsa della moglie Betti, il commissario Augusto Maria Bendicò è sull’orlo della disperazione. Preferisce stare dietro le quinte del suo lavoro, sbrigare qualche pratica burocratica al sicuro della sua scrivania, piuttosto che essere in prima linea. E dialogare con sé stesso o, meglio, con quella che lui crede sia la voce della sua amata. Ma un nuovo caso lo costringe ad affrontare i fantasmi del suo passato. Il corpo di Dora Laniero, affascinante e giovane promessa canora del Politeama, viene ritrovato senza vita sulle scale interne di un palazzo in via Dante 7. La seconda morte in circostanze poco chiare nell’arco di una settimana. Qualche giorno prima, infatti, Tullio Carbone era rimasto coinvolto nello scandalo del fallimento dell’istituto finanziario “Banco Cambio”, e c’era stato il dramma nel dramma: la sorella Matilde era caduta dalla finestra di casa sua nel bel mezzo della notte. Ma si era trattato veramente di un incidente? C’è una relazione tra le due donne? In questura sembrano tutti concordi ad archiviare entrambi i casi come fatalità, ma il commissario è deciso ad andare a fondo anche se mancano pochi giorni dalla visita del Duce ad Alessandria e la città è in fermento. La guerra in Etiopia sta volgendo al termine e la vittoria dell’Italia è cosa fatta. Ma la verità deve venire a galla, a costo di rovinare una festa che il popolo crede di meritare…
Titolo Omicidio al civico 7
Autore Angelo Marenzana


Angelo Marenzana

Angelo Marenzana (1954) vive a Alessandria. Il suo ultimo romanzo, Alle spalle del cielo, è stato pubblicato nel febbraio 2017 da Baldini & Castoldi. Nel 2016 per Nero Press è uscito Solo il mare intorno, trilogia horror con Danilo Arona e Luigi Milani. Creatore del commissario Augusto Maria Bendicò, ha dato alle stampe la trilogia Legami di morte (Dario Flaccovio), Ora segnata (Iris 4) L’uomo dei temporali (Rizzoli). Suoi racconti sono stati pubblicati su Il Giallo Mondadori, Urania, Cronaca Vera, Stop, GQItalia, nell’antologia Omissis (Einaudi) e La legge dei figli (Meridiano Zero).
1936, XIV anno dell’era fascista. Dopo la recente scomparsa della moglie Betti, il commissario Augusto Maria Bendicò è sull’orlo della disperazione. Preferisce stare dietro le quinte del suo lavoro, sbrigare qualche pratica burocratica al sicuro della sua scrivania, piuttosto che essere in prima linea. E dialogare con sé stesso o, meglio, con quella che lui crede sia la voce della sua amata. Ma un nuovo caso lo costringe ad affrontare i fantasmi del suo passato. Il corpo di Dora Laniero, affascinante e giovane promessa canora del Politeama, viene ritrovato senza vita sulle scale interne di un palazzo in via Dante 7. La seconda morte in circostanze poco chiare nell’arco di una settimana. Qualche giorno prima, infatti, Tullio Carbone era rimasto coinvolto nello scandalo del fallimento dell’istituto finanziario “Banco Cambio”, e c’era stato il dramma nel dramma: la sorella Matilde era caduta dalla finestra di casa sua nel bel mezzo della notte. Ma si era trattato veramente di un incidente? C’è una relazione tra le due donne? In questura sembrano tutti concordi ad archiviare entrambi i casi come fatalità, ma il commissario è deciso ad andare a fondo anche se mancano pochi giorni dalla visita del Duce ad Alessandria e la città è in fermento. La guerra in Etiopia sta volgendo al termine e la vittoria dell’Italia è cosa fatta. Ma la verità deve venire a galla, a costo di rovinare una festa che il popolo crede di meritare…