L’illusione del giusto

L’illusione del giusto

€4.99
0001: Thriller e noir
0002: Nero Italiano
0003:
0004:2019
0005: 224
0006:
0007:
0008: Fanucci Editore
0009: 9788834737460
In una Palermo sconvolta dallo scandalo che ha colpito il procuratore capo Rambaldi, rinviato a giudizio con l’accusa di pedofilia, il commissario Antonio Marongiu è alle prese con un misterioso omicidio. Nei pressi della discarica cittadina è stato rinvenuto il cadavere di un giovane ucciso con un colpo alla nuca. Tutto farebbe pensare a una classica esecuzione di stampo mafioso, ma Marongiu non ci vede chiaro… La sua spiccata curiosità, unita all’acume che lo contraddistingue, lo portano ad andare oltre le apparenze e a intravedere fin da subito uno scenario ben più complesso. Grazie all’aiuto del vicequestore e fedele amico Aricò e alle illuminanti spiegazioni dello stravagante antiquario Pensabene, il commissario riuscirà a fare emergere un groviglio di eventi intricato e pericoloso, in cui distinguere il vero dal falso, o l’innocente dal colpevole, sembra essere un’impossibile chimera…

Una nuova appassionante indagine del commissario di polizia Antonio Marongiu. Un’amara riflessione sulla natura sfuggente e labile della ‘verità’.
Titolo L’illusione del giusto
Autore Giovanni Balsamo


Giovanni Balsamo

Giovanni Balsamo è nato a Mazara del Vallo nel 1963 e vive a Palermo dal 1968. Laureato in Economia e commercio, dal 1996 svolge la professione di dottore commercialista. Ha già pubblicato tre romanzi, in cui Antonio Marongiu compare nelle vesti di comprimario o protagonista: Le vie dei Guiscardi (Ed. L’Autore Libri Firenze, 2010), Il frullo del Beccaccino (Ed. Kobo, vincitore di 6 Romanzi in cerca d’autore, 2017) e Desde el Alma. Un tango per il commissario (Ed. Nulla Die), con il quale ha ricevuto il riconoscimento speciale della giuria del Premio Wilde. Con L’illusione del giusto fa il suo esordio nel catalogo Nero Italiano.

In una Palermo sconvolta dallo scandalo che ha colpito il procuratore capo Rambaldi, rinviato a giudizio con l’accusa di pedofilia, il commissario Antonio Marongiu è alle prese con un misterioso omicidio. Nei pressi della discarica cittadina è stato rinvenuto il cadavere di un giovane ucciso con un colpo alla nuca. Tutto farebbe pensare a una classica esecuzione di stampo mafioso, ma Marongiu non ci vede chiaro… La sua spiccata curiosità, unita all’acume che lo contraddistingue, lo portano ad andare oltre le apparenze e a intravedere fin da subito uno scenario ben più complesso. Grazie all’aiuto del vicequestore e fedele amico Aricò e alle illuminanti spiegazioni dello stravagante antiquario Pensabene, il commissario riuscirà a fare emergere un groviglio di eventi intricato e pericoloso, in cui distinguere il vero dal falso, o l’innocente dal colpevole, sembra essere un’impossibile chimera…

Una nuova appassionante indagine del commissario di polizia Antonio Marongiu. Un’amara riflessione sulla natura sfuggente e labile della ‘verità’.