Una sporca faccenda

0001: Thriller
0002: Collana Narrativa
0003:
0004: 2014
0005: 379
0006:Bianca Francese
0007:
0008: TimeCrime
0009: 9788866881421

L’ex agente della cia Lemuel Gunn, dopo aver lasciato l’Afghanistan, sceglie di vivere nel New Mexico, a bordo della sua casa mo- bile, e di lavorare come investigatore privato. È come se volesse alleggerire il mondo della sua presenza. Finché un giorno piomba nella sua vita una giovane donna, elegante e a pie- di nudi, come la contessa scalza: il suo nome è Ornella Neppi, e deve trovare al più presto un certo Emilio Gava, rilasciato dal carcere su cauzione e sparito nel nulla. Per quasi cento dollari al giorno più spese – per non parlare del piacere della sua compagnia –, Gunn ac- cetta di aiutarla. Ma Gava sembra essere un fantasma senza volto: non esistono fotografie che lo ritraggano e nessuno pare conoscerlo. Quello che doveva essere un caso come tanti, finisce col risucchiare Gunn in un buco nero, in cui non ci sono indizi da seguire o strade da percorrere. Forse Gava è un pesce più grosso del previsto? O forse non esiste?

Da uno dei più grandi autori di spy story, un noir chandleriano definito “un classico” da Le Monde.

“Un grande autore di spy thriller che garantisce sempre letture tra le più avvincenti.” Corrado Augias, il Venerdì di Repubblica

“Robert Littell ha scritto un romanzo feroce, disperato, pieno di poesia.” Antonio D’Orrico su L’epigramma a Stalin, Sette – Corriere della Sera

“Probabilmente, insieme a John le Carré, è uno dei migliori autori di spy story viventi.” The Boston Globe

“Una delle voci più originali e talentuose della narrativa americana contemporanea.” Washington Post

“Littell ama le digressioni, i dettagli folli, i brevi silenzi. Lo humour è il suo ingrediente principale, con un tocco di malinconia. Da qualche parte, Chandler si sta fregando le mani dalla soddisfazione.” Le Figaro

Una sporca faccenda evoca Chandler e Scorsese.” LIRE

Robert Littell

Robert Littell, nato a Brooklyn nel 1935, vive attualmente in Francia. Laureato alla Alfred University, si è poi arruolato in Marina e ha lavorato come giornalista, soprattutto per il Newsweek, negli anni della Guerra Fredda. Fanucci Editore ha pubblicato nel 2009 L’Oligarca, vincitore nel 2005 del Los
Angeles Times Book Prize nella categoria Mistery-Thriller, e nel 2010 L’epigramma a Stalin, che ha ottenuto importanti riconoscimenti dalla critica, ed è stato nominato miglior libro dell’estate 2010 da Antonio D’Orrico, critico del settimanale Sette del Corriere della Sera. Per Fanucci Editore è uscito anche I figli di Abramo, nel 2011.
Ti suggeriamo anche...
Marchi editoriali