L'infiltrato

0001: Thriller
0002: One
0003: Will Trent
0004: 2015
0005:
0006: Sonia Grieco
0007:
0008: TimeCrime
0009: 9788868771348

In piedi di fronte a una macchina per granite che si ostina a non funzionare, in un minimarket della Georgia, il detective Will Trent è in attesa di bere qualcosa di ghiacciato. Il personale annoiato del negozio, che lo osserva dai filmati delle videocamere di sorveglianza, pensa però che si tratti di tutt’altra persona, ovvero del pericoloso ex detenuto Bill Black.
Infiltrato nella città più corrotta della contea più corrotta del Sud degli Stati Uniti, Will Trent si trova qui per lavorare sotto copertura. Ma la sua missione deve attendere... Infatti, in un orribile istante, tutto cambia e si scatena l’inferno. Un sacchetto con del denaro vola sul pavimento del negozio e una giovane donna scompare mentre un assassino parte a tutta velocità a bordo del suo pick-up. In un attimo, Trent è già a caccia.

Tensione affilata come un rasoio per questo nuovo episodio della serie dedicata a Will Trent. Karin Slaughter si riconferma una voce dominante nel panorama del genere crime.

“Il genere crime al suo meglio.” - Michael Connelly

“Karin Slaughter è tra i migliori autori crime americani.” - The Washington Post

“Una maestra assoluta.” - Chicago Tribune

Karin Slaughter

Nata in Georgia nel 1971, Karin Slaughter è una delle regine del crime internazionale: i suoi thriller sono sempre in vetta alle classifiche con trenta milioni di copie vendute nel mondo e traduzioni in trenta Paesi. Della serie che ha come protagonista Will Trent, Timecrime ha già pubblicato L’ombra della verità, Tre giorni per morire, Genesi, Tra due fuochi e Abisso senza fine. Insignita per cinque volte (l’ultima nel 2013) del prestigioso Crimezone Thriller Award, Karin Slaughter vive e lavora ad Atlanta.
«Mi irrita il fatto che scrivere thriller sia ancora considerato appannaggio pressoché esclusivo degli uomini. La violenza continua a essere vista come un loro territorio. Da una scrittrice, ci si aspetta che narri soprattutto di legami familiari. Non vi pare un’opinione un po’ superata?» Karin Slaughter.
Ti suggeriamo anche...
Marchi editoriali