La caduta di Hyperion

0001: Fantascienza
0002: Numeri Uno
0003:
0004: 2016
0005: 560
0006: G.L. Staffilano
0007:
0008: Fanucci Editore
0009:

I sette pellegrini hanno raggiunto le Tombe del Tempo di Hyperion e sono al cospetto dello Shrike; intorno a loro divampa lo scontro tra gli Ouster e le forze dell'Egemonia. John Keats, una macchina umana costruita dalle Intelligenze Artificiali in cui è stata ricreata la coscienza del poeta, riesce a scoprire dove risiede il loro nucleo operativo, ma il fatto che si trovi all'interno dei teleporter comporta conseguenze inquietanti: bisognerebbe riportare indietro l'orologio dell'evoluzione umana, evitando così di soccombere alle Intelligenze attraverso la distruzione della Rete su cui si fonda l'Egemonia. Mentre i capi dell'Egemonia si trovano di fronte a una scelta di vita o di morte, il destino dei pellegrini si unisce inesorabilmente con quello dell'intera umanità.
Con La caduta di Hyperion, Dan Simmons descrive un mondo decadente e profondo, dove la fantascienza trova la sua massima espressione e ci regala un romanzo indimenticabile.

'Dan Simmons trasforma un'epopea spaziale in una nuova forma poetica.'

San Francisco Chronicle

 

Dan Simmons

Dan Simmons è nato nel 1948 in Illinois. Nel 1970 ha conseguito una laurea in Lettere presso il Wabash College, per poi proseguire gli studi alla Washington
University di St. Louis con un master in Pedagogia. Ha lavorato a lungo come insegnante nelle scuole elementari. La sua produzione letteraria spazia tra diversi generi: fantasy, fantascienza, horror e thriller. Con il ciclo I canti di Hyperion, pubblicato di recente da Fanucci Editore, ha vinto numerosissimi premi. Tra le sue opere principali ricordiamo anche Il ciclo di Ilium.
Ti suggeriamo anche...
Marchi editoriali