Il giovane Philby

0001: Thriller e noir
0002: TIF Extra
0003:
0004: 2012
0005: 240
0006: Olivia Crosio
0007:
0008: Fanucci Editore
0009: 9788834719558

Chi è veramente Kim Philby? O meglio: per chi lavora? Il giovane Philby dalle guance rosee e dai capelli scompigliati bussa alla porta di Litzi Friedman, una disinibita comunista viennese, e la conquista con la sua balbuzie. Così comincia la carriera di uno dei Cambridge Five, gli agenti segreti britannici più leggendari della storia. La sua vicenda viene narrata da dieci personaggi, ciascuno con una propria versione dei fatti. A volte comico, a volte commovente – ma sempre tra le righe – e necessariamente crudo, questo romanzo ha la vivacità di un diario plurimo scritto in prima persona e affascina con le sue curiose incursioni nel privato dei protagonisti: Stalin in carne e ossa così deludente rispetto alle foto ufficiali; Litzi impavida attivista, ma gelosa della compagna dal seno prorompente; il capitano russo Gusakov che non capisce di essere stato fatto prigioniero dai suoi stessi capi, e quando viene incarcerato pensa che lo stiano facendo 'entrare dalla porta sbagliata'.
Per la cronaca: dopo le vicende qui riportate, Philby riuscì a mettersi in salvo e visse gli ultimi venticinque anni della sua vita a Mosca, lavorando come istruttore per il Kgb. Morì nel 1988.


Ampiamente riconosciuto come uno dei maestri della spy fiction americana, Robert Littell delinea in questo romanzo l'affascinante storia della più famosa e insospettabile spia sovietica. Un'elegante e intricata spy-story da un vero maestro del genere.

Robert Littell ha scritto un romanzo feroce, disperato, pieno di poesia.

Antonio D'Orrico – Sette. Corriere della Sera

Robert Littell, come Le Carré e P.D. James, è un 'vero' autore di thriller, libero di seguire la sua vena e di dispiegare la sua conoscenza del mondo senza dover dare a tutti i costi un brivido a ogni capitolo.

The New Yorker

Una suspense magistralmente delineata.

The Washington Post

Una lettura avvincente.

Frederick Forsyth

Robert Littell

Robert Littell, nato a Brooklyn nel 1935, vive attualmente in Francia. Laureato alla Alfred University, si è poi arruolato in Marina e ha lavorato come giornalista, soprattutto per il Newsweek, negli anni della Guerra Fredda. Fanucci Editore ha pubblicato nel 2009 L’Oligarca, vincitore nel 2005 del Los
Angeles Times Book Prize nella categoria Mistery-Thriller, e nel 2010 L’epigramma a Stalin, che ha ottenuto importanti riconoscimenti dalla critica, ed è stato nominato miglior libro dell’estate 2010 da Antonio D’Orrico, critico del settimanale Sette del Corriere della Sera. Per Fanucci Editore è uscito anche I figli di Abramo, nel 2011.
Ti suggeriamo anche...
Marchi editoriali