Il rasoio di Occam

0001: Narrativa
0002: Collezione Vintage
0003:
0004: 2009
0005: 320
0006:
0007:
0008: Fanucci Editore
0009: 978-88-347-1444-7

L’ennesima tragedia metropolitana a Napoli: un bimbo viene travolto e ucciso da un’auto nel traffico dell’ora di punta tra l’indifferenza della gente. Francesca Salvati, giornalista, non riesce a ignorare quell’orrore, ma il suo intervento potrebbe dare il via a qualcosa di terrificante...
Francesca chiede al giornalista Filippo Montella di raggiungerla sul luogo dell’incidente e di denunciare al pubblico l’assuefazione all’orrore e alla sofferenza che ha letto negli sguardi di passanti e automobilisti dinanzi a quel corpicino martoriato. Lui scrive, denuncia e fa di più: propone l’articolo sul blog di Napolistrada. Fioccano centinaia di commenti dalla rete, tra cui quello di un webnauta che si firma col nickname Folletto 666: “...quelli come quei due della macchina dovrebbero ammazzarli nel peggiore dei modi. ”Francesca coglie l’occasione per sfogare tutta la rabbia che le cova dentro scrivendo quella che si rivelerà una vera e propria premonizione: l’augurio feroce, ai due passeggeri dell’auto, di finire trucidati in un garage, con gli occhi dallo sguardo insensibile strappati e i corpi distesi accanto alla loro costosa, inutile auto. Due giorni dopo, proprio in un garage di un grattacielo, viene ritrovato il cadavere di una giovane donna uccisa secondo un rituale terrificante, e le modalità del brutale omicidio ricalcano quasi alla lettera le parole di Francesca. Una coincidenza? Da quel momento il margine del buio comincia lentamente a ingoiare lei e tutti quelli che cercheranno di dare un nome, un volto e un perché a un fantasma che ha ucciso senza pietà, e continua a mietere morti seguendo gli spunti inconsapevoli che Francesca gli fornisce con gli articoli che scrive.

Massimo Smith

Massimo Smith, giornalista, è nato nel 1964 a Napoli, dove vive. È direttore editoriale di Ad est dell’equatore e si occupa, con l’associazione letteraria ‘I Vesuviani’, dell’organizzazione di rassegne letterarie che hanno visto tra gli ospiti Dan Fante, Tess Gallagher, Tiziano Scarpa, Erri De Luca e Michele Serio. Tra le sue opere vanno ricordati il romanzo La fabbrica dei suicidi e la raccolta di racconti Le solite cose, oltre ad alcune opere teatrali. È autore anche di sceneggiature televisive e cinematografiche.
Ti suggeriamo anche...
Marchi editoriali