Uno strano destino

0001: Narrativa
0002: Collezione Vintage
0003:
0004: 2008
0005: 192
0006:
0007:
0008: Fanucci Editore
0009: 978-88-347-1399-0

Nella minuscola cittadina di West Table, nel Missouri, il luogo in cui si cresce segna ineluttabilmente il destino delle persone. E chi viene dalla zona di Venus Holler non può fare granché della propria vita. Ma Jamalee Merridew, diciannove anni e capelli rossi come il fuoco, rifiuta di trascorrere la propria esistenza dalla parte sbagliata della ferrovia che taglia la città. Escogita piani per fuggire con l’aiuto di suo fratello Jason, il ragazzo più bello della zona, di un fascino innato tale da poter essere usato come lasciapassare per un mondo migliore. Ma le servono anche un’auto, del denaro, e un po’ di muscoli. Entra così in scena Sammy Barlach, un giovane scassinatore, una di quelle persone perennemente nei guai. Questo trio di anime disperate unisce le forze per combattere un destino – grigio, arido e minaccioso come le montagne di Ozark – che continua ad accanirsi contro di loro, in una lotta che sembra impossibile, affrontando tragedie inevitabili, crudeli e senza senso. Tra le opere migliori di uno degli scrittori più talentuosi d’America, Uno strano destino è un romanzo al tempo stesso ironico e poetico, selvaggio e lirico, che cattura con la sua scrittura vera e potente.

Daniel Woodrell

Daniel Woodrell vive con sua moglie Katie Estill, anche lei scrittrice, sulle montagne Ozark, nel Missouri, dove è nato. I paesaggi brulli e  rocciosi dall’atmosfera sospesa nel tempo di quelle zone sono descritti in molte delle sue opere, tra cui vanno ricordate Under the Bright Lights e Ride with the Devil, oltre a Un gelido invernoUno strano destino e Io e Glenda, già pubblicati da Fanucci Editore.

Dal romanzo Un gelido  inverno (Winter’s Bone) è stato tratto il film che ha vinto il premio della giuria al Sundance Film Festival nel 2010.Il film ha vinto i premi come “Miglior Film” e “Miglior Attrice” al recentissimo festival di Torino (premio assegnato da una giuria presieduta da Marco Bellocchio). È stato inoltre candidato a 7 nomination per gli Independent Spirit Awards (tra cui, Miglior Film, Miglior Regia, Migliore Sceneggiatura, Migliore Attrice Protagonista), equiparabili agli oscar del cinema indipendente americano. Inoltre, ha ricevuto due nomination, Miglior film e Migliore attrice, agli Oscar 2011.

Ti suggeriamo anche...
Marchi editoriali