Ghiaccio

0001: Thriller e noir
0002: Collezione Vintage
0003:
0004: 2008
0005: 192
0006:
0007:
0008: Fanucci Editore
0009: 978-88-347-1378-5

Ghiaccio è la storia di un mondo dominato da due forme di violenza, legate tra loro in modo evidente, e che non solo lo governano, ma lo distruggono spinte da una follia inesorabile. La voce narrante di questo romanzo surreale, insieme a un uomo chiamato ‘il guardiano’, va alla ricerca di un’inafferrabile ragazza albina, che si nasconde in una terra coperta di ghiacci, un luogo apparentemente apocalittico, postnucleare. Il Paese è stato invaso, ed è in mano a un’organizzazione segreta. Ovunque regna la distruzione; sul mondo incombono enormi pareti ghiacciate. E insieme a chi narra, il lettore scivola in un’allucinata ricerca di questa fragile creatura. Un’opera straordinaria, innovativa, annoverata fin dalla sua prima apparizione tra i capolavori della nostra èra, un classico senza tempo, una lettura affascinante e coinvolgente.

Anna Kavan

Anna Kavan, pseudonimo di Helen Woods, nata a Cannes nel 1901, trascorse l’infanzia tra l’Europa, gli Stati Uniti e l’Inghilterra. Sposata e divorziata per due volte, durante la fine del suo secondo matrimonio ebbe i primi segnali dei problemi nervosi che l’avrebbero sempre afflitta, e venne rinchiusa in una clinica in Svizzera. Fu alla fine di quella terribile esperienza che, nel 1930, scrisse l’innovativo romanzo Let me alone, cui seguì Asylum Piece, che venne particolarmente apprezzato da critica e lettori. La dipendenza dall’eroina, e le frequenti ricadute nella malattia mentale trovano eco nei suoi romanzi e racconti; morì nel 1968 per arresto cardiaco, un anno dopo la pubblicazione del suo capolavoro, Ghiaccio.
Ti suggeriamo anche...
Marchi editoriali