Perdido Street Station

0001: Fantascienza
0002:
0003:
0004: 2003
0005: 753
0006:
0007:
0008: Fanucci Editore
0009: 88-347-0940-3

“Una città polverosa concepita in ossa e mattoni, una cospirazione di industria e violenza, imbevuta di storia e potere impenetrabile, in quest'area erosa che va al di là della comprensione. New Crobuzon.” “Il fiume curva e serpeggia per fronteggiare la città… È un'immensa inquinatrice, è fetore, è risuonare di clacson… Mattoni rossi e mura scure, chiese acquattate come arnesi trogloditici, logore tende svolazzanti, dedali acciottolati nella città vecchia, strade senza uscita, fogne che crivellano il terreno come sepolcri profani, un nuovo paesaggio di cumuli di rifiuti, pietra frantumata, biblioteche piene di volumi dimenticati, antichi ospedali, palazzi a molti piani, navi e artigli metallici che sollevano carichi dall'acqua. Come abbiamo potuto non vedere cosa si stava approssimando?” La metropoli di New Crobuzon si estende al centro di un mondo sbalorditivo. Umani, mutanti e razze arcane si accalcano nell’oscurità fra le ciminiere, lungo fiumi indolenti alimentati da rivoli innaturali, tra fabbriche e fonderie che pulsano nella notte. Per piú di mille anni il Parlamento e la sua brutale milizia hanno governato su una moltitudine di operai e artisti, spie e maghi, ubriachi e prostitute. Ma uno straniero è giunto con le tasche piene d’oro e ha imposto una richiesta inverosimile, scatenando l’incredibile. La città, l’immensa capitale, la sterminata New Crobuzon cade in preda a un terrore sconosciuto: il destino di milioni dipende da un gruppo di emarginati in fuga da legislatori e signori del crimine. Il paesaggio notturno diviene un territorio di caccia, mentre le battaglie infuriano all’ombra di costruzioni immense e bizzarre. Una resa dei conti è prevista nel cuore della città, nello smisurato edificio che si chiama Perdido Street Station. Ormai, per chiunque viva a New Crobuzon, è troppo tardi per scappare… Romanzo di straripante magia, Perdido Street Station è al di fuori dei generi: un esempio di come la letteratura fantastica contemporanea possa dare vita a una fantasmagoria colossale e immaginativa, sospesa tra critica sociale e gusto dell’avventura, tra scienza e alchimia, tra l’orrore e la meraviglia. China Miéville è nato a Londra nel 1972. A diciotto anni è vissuto in Egitto, dove ha insegnato inglese e si è interessato alla cultura araba e alla situazione politica mediorientale. È laureato a Cambridge in antropologia sociale e ha un master della London School of Economics. Il suo primo romanzo, King Rat (1998) è stato nominato per il Bram Stoker Prize. Perdido Street Station (2000) ha vinto l’Arthur Clarke Award e il British Fantasy Award nel 2001. Il suo ultimo romanzo, ambientato nel modo di New Crobuzon, è The Scar. “Questo è un romanzo stupefacente, capace di sorprendere e incantare anche i palati piú raffinati. Emozionante e a tratti commovente, pieno di umanità e stimolante dal punto di vista intellettuale, dotato di una irrefrenabile inventiva e di una potenza narrativa tale da magnetizzare l’attenzione sino all’ultima pagina.” Times Literary Supplement “Perdido Street Station è un capolavoro fantasmagorico, la cui originalità è senza rivali nel campo della letteratura dell’immaginario.” Brian Stableford “New Crobuzon è una delle creazioni piú ardite di tutta la narrativa fantastica. Paragonare questo romanzo all’opera di Mervyn Peake è inevitabile, e, per una volta, non è fuori luogo.” Time Out “Uno scrittore dotato di una rara capacità descrittiva, di un occhio attento ai dettagli fisici, alla sensualità e alla bellezza di ciò che è semplicemente umano e al tempo stesso assolutamente alieno… un romanzo davvero coinvolgente.” Michael Moorcock “China Miéville riesce in un’impresa quasi impossibile: un commento sociale sul nostro mondo, senza mai essere pedante. La descrizione dei poveri di New Crobuzon ricorda le folle delle favelas e delle periferie globali, e ha un impatto immenso.” Paul Di Filippo, Washington Post “La fantasy urbana e tecnologica è il genere di fantascienza più interessante del momento, ma raramente ha raggiunto i risultati epici di Perdido Street Station.” Publishing News



'Un inno al socialismo utopico, ai rivoluzionari romantici e alla tradizione radicale europea.'

Washington Post

'Un racconto potente sulla forza dell'amore e la volontà di sopravvivere in un universo distopico che combina elementi vittoriani e cyberpunk. Altamente raccomandato.'

Library Journal

Ti suggeriamo anche...
Marchi editoriali