Quattro chiacchiere con Shiloh Walker, autrice de Il gioco dei sensi

Care lettrici,

 

è con estremo piacere che ospitiamo qui sul blog una regina dell’eros alla pari di scrittrici del calibro di Sylvia Day, Lora Leigh e E.L. James.

Si tratta di Shiloh Walker, autrice de Il gioco dei sensi che in America è stato pubblicato in un’antologia dal titolo Hot in Handcuffs insieme alle novelle di Shayla Black e Sylvia Day. 

Vi ricordiamo che il romanzo sarà disponibile da domani 13 marzo in ebook a 3,99 euro e dal 27 marzo in libreria.

 

Benvenuta Shiloh! In America sei una delle scrittrici di Romantic suspense più apprezzate e noi della Leggereditore siamo molto contenti  di avere la possibilità di farti conoscere meglio al pubblico italiano.

 

Cosa ci racconti della trama e di questa serie?

 In sostanza la serie racconta le vicende di un gruppo di sensitivi interni all’FBI che nella realtà non esiste. A capo di questa task force c’è Taylor Jones, ma il vero protagonista della storia è l’affascinante Colby Mathis.

 

Raccontaci qualcosa in più su questo personaggio. Perché pensi che le donne potrebbero innamorarsene?

 Colby è un uomo dal passato tormentato e sta cercando in ogni modo di far andare a rotoli la sua vita, finché non scopre il dono che possiede. Sogni e visioni di violenza lo perseguitano e non riesce a liberarsi dal pensiero della sua ex collega Mica Greer, con cui un tempo ha vissuto un grande amore.

In pratica la definirei una storia d’amore a tinte gialle!

 

Qualche chicca che vuoi raccontarci sulla stesura di questo libro?

 L’ho scritto mentre ero in viaggio in Texas, in un primo momento pensavo di ambientarlo nel Tennessee e volevo che ci fosse un rapimento a movimentare il tutto. Poi ho abbandonato quell’idea, ma non è detto che non diventerà un libro prima o poi.

 

A chi assomigliano i protagonisti del romanzo?

 Nella mia testa Mica assomiglia molto a Zooey Deschanel e Colby a Matt Demon. Andate sul mio profilo Pinterest e votate anche voi i vostri personaggi preferiti.

 

Come sei approdata alla carriera di scrittrice?

 Sono entrata in questo mondo dalla porta sul retro: mi sono autopubblicata prima che il self-publishing diventasse il fenomeno che è oggi e prima che i romance erotici diventassero così preponderanti nella scrittura al femminile. Poi un giorno sono stata contattata da Lora Leigh che mi informava che la sua casa editrice stava cercando di mettersi in contatto con me senza fortuna. Non mi sembrava vero, finalmente l’editoria mi stava spalancando le sue porte.

 

Tu sei un’autrice estremamente prolifica: hai scritto decine di romanzi e novelle. Come riesci a lavorare su più progetti? Ci racconti la tua giornata tipo?

 Ho un semplice segreto. Non riesco a mantenere alta l’attenzione a lungo e impegnarmi su più fronti mi è d’aiuto in questo senso. La mia giornata tipo? La mattina rispondo alle mail e sbrigo le questioni pratiche, mentre il pomeriggio lo dedico alla scrittura. Di solito cerco di non lavorare la sera, quello è lo spazio da dedicare alla mia famiglia!

 

 Quali sono i tuoi progetti futuri?

 Sto scrivendo un nuovo libro di questa stessa serie, che uscirà in America a breve, The Reunited. Poi sto lavorando anche a un altro romanzo di romantic suspense che uscirà il prossimo autunno. Ma ancora è tutto top  secret.

 

Grazie a Shiloh e a voi lettrici per l'attenzione.

Rebecca

March 12, 2014 0 commenti Pubblicato da Rebecca Leggereditore
Invia un commento

Please note: i commenti saranno pubblicati previa approvazione del nostro staff.

Marchi editoriali