Blog

Benedetta Lattuada vince un abbonamento annuale alla collana Timecrime!

Care lettrici e cari lettori,

dopo mesi di letture e valutazioni delle tante recensioni ricevute, Emilio Martini e Timecrime sono lieti di annunciare che il concorso "Doppio delitto al Grand Hotel Miramare - Scrivi la recensione del romanzo" ha una vincitrice!

Benedetta Lattuada, da Milano, vince un abbonamento di un anno alla collana Timecrime!

 

Doppio delitto al Gran Hotel Miramare - la recensione vincitrice:

Sicuramente Emilio Martini ha pensato al numero 2 quando ha raccontato il quarto caso di Gigi Berté: due cadaveri in un lussuoso hotel, la contessa con una reputazione specchiata ed un oscuro passato, il cervello del vicequestore aggiunto che non sa lavorare senza lo stomaco adeguatamente pieno, il segugio e lo scrittore, il presente a Lungariva ed un ipotetico ritorno a Milano, la frivola Patty e la seducente Marzia.

Ormai Lungariva gli sta entrando nel sangue con il suo lungomare e le sue viette nascoste, con i profumi ed i sapori della Liguria, la focaccia di Passalacqua terapeutica per far lavorare il cervello alla risoluzione del caso piú intricato del solito, meglio di quanto possa fare l’antidolorifico per i suoi epici mal di testa, i manicaretti che lo attendono alla pensione della Marzia, e la Marzia...

Ma Lungariva é anche la “sua squadra”, gente genuina e operosa, che non si domanda neanche piú chi fa squillare il telefono a notte fonda, tanto la risposta é una sola e sempre corretta: Berté, con l’illuminazione piú strampalata del mondo, ma risolutiva per il caso. E non importa se i colleghi di Genova, non abituati ai metodi ortodossi del poco ortodosso vicequestore aggiunto in punizione, non riescono a tenere il passo: la veritá salterá fuori, anche se bisogna sollevare un tappeto sotto cui si sono accumulati cinquant’anni di polvere e schifezze, roba talmente tanto marcia che farebbe ribrezzo a chiunque affondarci le mani.

Alla fine del romanzo quasi tutte le strade convergono in un’unica direzione: il richiamo del mare é troppo forte anche per un milanese di targa come Berté, per cui il nostro viaggio sensoriale talmente reale per le vie di Lungariva, ascoltando lo sciabordio delle onde e pregustando le squisitezze del luogo, continuerá ancora per molto. Non gli resta altro da fare che abbandonarsi definitivamente al sentimento che prova per Marzia, ma serve come minimo un altro caso per trovare il coraggio di prendere la decisione.

Benedetta Lattuada  

 

-------------------------------------

Emilio Martini e Timecrime colgono l'occasione per ringraziare tutti gli altri partecipanti e augurare loro delle buone giornate, sempre in compagnia dei migliori romanzi thriller e crime!

 

October 29, 2015 0 commenti Pubblicato da Webmaster Timecrime
Invia un commento

Please note: i commenti saranno pubblicati previa approvazione del nostro staff.


Quanto fa:
Risposta:*
Marchi editoriali